.
Annunci online

 
 
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Il mio Myspace
OMBRADARGENTO.IT, il mio sito
THE ALCHEMY WEBSITE
RUBELLUS PETRINUS: Alquimia
ALCHYMIE (in francese)
ESONET.ORG
ESOTERIA.ORG
GRAN LOGGIA MASSONICA FEMMINILE D'ITALIA
ORDINE della STELLA D'ORIENTE
ORDINE MARTINISTA
RITO di MEMPHIS e MISRAIM
ANTICO RITO ORIENTALE DI MISRAIM E MEMPHIS
RITO SCOZZESE
RITO SIMBOLICO
AMORC: l'ordine della Rosacroce
Conversazioni d'antropologia religiosa
Sifattack - Forum sull'Assenzio
Cappella Sansevero
Sito ufficiale della Cappella di Rosslyn
A&B - Casa editrice

Alterego
Arciprete
Cabala e magia
Capitano
Ciro 'O Munaciello
La Dea Bianca
Draculia...Morgana
Esseno
Fabrizio Ponzetta
TiTollo
ANABASI
ANDREAS
EMILYD
IL MURATORE
JONGLEUR DE DIEU
LADY ROSENOIRE
LUCA BAGATIN
SCIAMANO
VALHALLA
YOGAYETI

RACCOON
BEPPE GRILLO

Un grande chitarrista partenopeo: Maurizio Zammartino
MAUDI: quando il simbolo si unisce al colore
  cerca






clikkare il player per ascoltare 
WWOZ-NewOrleans'Jazz Radio
oppure
 TSF 89,9  jazz radio a Paris!
oppure
QUI per ascoltare Radiomontecarlo 2


Rispettabile Loggia


Oriente del Cannocchiale
Pié di lista al 23.12.06

Adso da Melk
Anabasi
Andreas
Edipo
Emilyd
Francesco
Il Muratore
JongleurDeDieu
Luca Bagatin
Sciamano
Valhalla

MEMBRI SIMPATIZZANTI
LadyRoseNoire
YogaYeti




Coming soon...






























Grande Oriente d'Italia



Gran Loggia d'Italia





Rito Scozzese Antico e Accettato
(Palazzo Giustiniani)


Grand Orient de France




United Grand Lodge of England


American Mason



 





    


 

Diario | Massoneria | Esoterismo | Assenzio | Loggia virtuale CORTO MALTESE | AttuAlità |
 
Diario
1visite.

15 aprile 2008

Ora sono c..zi vostri. Io emigro in Spagna.



Non ne posso più. Ora getto la spugna. Altri cinque anni con questo povero paraplegico a gestire le sorti di un paese (un tempo) glorioso come l’Italia non li posso sopportare. Gli italiani si sono dimostrati ancora una volta pecoroni, sciatti e masochisti. Soprattutto quelli del sud. Come si fa? Come si fa, dico io, a vivere a Torre del Greco, Cosenza o Bari e votare qualcuno che queste tre città le considera sobborghi di Marrakesh? Significa essere coscientemente masochisti e, come Tafazzi, darsi delle gran botte sulle parti basse.

Mi direte voi: ma Prodi che ha fatto? Ecco, Prodi è stato fesso. Invece di consolidare il suo potere ha pensato bene di risanare i conti pubblici. Il manovale napoletano se ne strafrega che tu hai risanato il paese, lui non vuole pagare più tasse dell’anno prima. Se gliele fai pagare, lui ti ricambia silurandoti. La coscienza politica non esiste in questo paese, esiste solo il proprio portafogli. Giustamente, potremmo dire.

In ogni caso, questi non sono buoni motivi per consegnare il paese ad un mucchio di vaccari fascisti in camicia verde. Nossignore.

È per questo che Martin Rua, contento di essere italiano (come disse Enzo Biagi in un’intervista) ma stanco di biascicare bestemmie ad ogni tg, vi comunica la sua decisa volontà di espatriare. Vado in Spagna, dove le quote rosa non sono quote, ma nove ministri al governo; dove la sinistra non è un centro sociale dove sbevazzare, ma una forza politica che si comporta da sinistra.

Da oggi ce la metterò tutta per lasciare questo paese, nel quale non mi riconosco più. Lo so, fuggire è comodo. Ma abbiate pazienza, io non sono un eroe. E oggi, per sopportare questa nuova era di tronisti, veline, carrocci e bandane, bisogna proprio essere eroi.


4 luglio 2007

Granada...



Granada, Manola cantada en coplas preciosas / No tengo ontra cosa que darte que un ramo de rosas…”

Così recita una famosa canzone spagnola. E mi sembrava carino esordire con questi versi visto che scrivo questo brevissimo post da…Granada! Già, sono venuto a trovare Pijou, in trasferta spagnola per un mese di studio qui. E così, ho approfittato. Mi sono tuffato tra i vicoli della Alcaiceria, il vecchio quartiere della seta; ho mangiato tapas alle falde della collina dell’Albaicin, l’antico quartiere musulmano dell’ultima città riconquistata dai Re Cattolici nel 1492. Ho fatto tutto questo e, naturalmente, ho reso omaggio ad uno dei monumenti più stupefacenti dell’umanità: l’Alhambra.

Giochi d’acqua, di luce, pareti decorate coi mocàrabes come merletti preziosi, l’eco di un passato di sieste arabe. Qui, dove il nome di Dio è scritto migliaia di volte sulle pareti dei palazzi dei nasridi; dove ancora aleggia lo spirito degli ultimi sovrani musulmani di Spagna.

Un’esperienza metafisica.

Torno il 9/7 e pubblicherò le foto che ho fatto qui. E poi, spero di riuscire a mantenere l’impegno con me stesso e con voi, cari amici, di pubblicare il mio romanzo per agosto.

Un abbraccio a tutti. Hasta luego



P.S.: sono andato all'Alhambra ieri, 3/7, perchè era un giorno speciale: il compleanno del prof. Mario Buonoconto. Un modo per portarlo con me in quel luogo fuori dal tempo


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. spagna granada alhambra

permalink | inviato da martinrua il 4/7/2007 alle 21:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo        maggio