.
Annunci online

 
 
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Il mio Myspace
OMBRADARGENTO.IT, il mio sito
THE ALCHEMY WEBSITE
RUBELLUS PETRINUS: Alquimia
ALCHYMIE (in francese)
ESONET.ORG
ESOTERIA.ORG
GRAN LOGGIA MASSONICA FEMMINILE D'ITALIA
ORDINE della STELLA D'ORIENTE
ORDINE MARTINISTA
RITO di MEMPHIS e MISRAIM
ANTICO RITO ORIENTALE DI MISRAIM E MEMPHIS
RITO SCOZZESE
RITO SIMBOLICO
AMORC: l'ordine della Rosacroce
Conversazioni d'antropologia religiosa
Sifattack - Forum sull'Assenzio
Cappella Sansevero
Sito ufficiale della Cappella di Rosslyn
A&B - Casa editrice

Alterego
Arciprete
Cabala e magia
Capitano
Ciro 'O Munaciello
La Dea Bianca
Draculia...Morgana
Esseno
Fabrizio Ponzetta
TiTollo
ANABASI
ANDREAS
EMILYD
IL MURATORE
JONGLEUR DE DIEU
LADY ROSENOIRE
LUCA BAGATIN
SCIAMANO
VALHALLA
YOGAYETI

RACCOON
BEPPE GRILLO

Un grande chitarrista partenopeo: Maurizio Zammartino
MAUDI: quando il simbolo si unisce al colore
  cerca






clikkare il player per ascoltare 
WWOZ-NewOrleans'Jazz Radio
oppure
 TSF 89,9  jazz radio a Paris!
oppure
QUI per ascoltare Radiomontecarlo 2


Rispettabile Loggia


Oriente del Cannocchiale
Pié di lista al 23.12.06

Adso da Melk
Anabasi
Andreas
Edipo
Emilyd
Francesco
Il Muratore
JongleurDeDieu
Luca Bagatin
Sciamano
Valhalla

MEMBRI SIMPATIZZANTI
LadyRoseNoire
YogaYeti




Coming soon...






























Grande Oriente d'Italia



Gran Loggia d'Italia





Rito Scozzese Antico e Accettato
(Palazzo Giustiniani)


Grand Orient de France




United Grand Lodge of England


American Mason



 





    


 

Diario | Massoneria | Esoterismo | Assenzio | Loggia virtuale CORTO MALTESE | AttuAlità |
 
AttuAlità
1visite.

15 aprile 2008

Ora sono c..zi vostri. Io emigro in Spagna.



Non ne posso più. Ora getto la spugna. Altri cinque anni con questo povero paraplegico a gestire le sorti di un paese (un tempo) glorioso come l’Italia non li posso sopportare. Gli italiani si sono dimostrati ancora una volta pecoroni, sciatti e masochisti. Soprattutto quelli del sud. Come si fa? Come si fa, dico io, a vivere a Torre del Greco, Cosenza o Bari e votare qualcuno che queste tre città le considera sobborghi di Marrakesh? Significa essere coscientemente masochisti e, come Tafazzi, darsi delle gran botte sulle parti basse.

Mi direte voi: ma Prodi che ha fatto? Ecco, Prodi è stato fesso. Invece di consolidare il suo potere ha pensato bene di risanare i conti pubblici. Il manovale napoletano se ne strafrega che tu hai risanato il paese, lui non vuole pagare più tasse dell’anno prima. Se gliele fai pagare, lui ti ricambia silurandoti. La coscienza politica non esiste in questo paese, esiste solo il proprio portafogli. Giustamente, potremmo dire.

In ogni caso, questi non sono buoni motivi per consegnare il paese ad un mucchio di vaccari fascisti in camicia verde. Nossignore.

È per questo che Martin Rua, contento di essere italiano (come disse Enzo Biagi in un’intervista) ma stanco di biascicare bestemmie ad ogni tg, vi comunica la sua decisa volontà di espatriare. Vado in Spagna, dove le quote rosa non sono quote, ma nove ministri al governo; dove la sinistra non è un centro sociale dove sbevazzare, ma una forza politica che si comporta da sinistra.

Da oggi ce la metterò tutta per lasciare questo paese, nel quale non mi riconosco più. Lo so, fuggire è comodo. Ma abbiate pazienza, io non sono un eroe. E oggi, per sopportare questa nuova era di tronisti, veline, carrocci e bandane, bisogna proprio essere eroi.


12 marzo 2008

Un...Kus Kus a Palermo

 

Bene, bene. Archiviata la prima presentazione del mio libro - della quale non mi posso lamentare, tranne che per la scarsa presenza della stampa. La prossima volta mi incateno fuori la libreria, così forse mi notano. Pare che se non fate qualcosa di eclatante e kitsch la stampa non si muove. Che tristezza – dicevo archiviata la presentazione, voglio dedicare un post alla mia cara terra sicula, in particolare ad un ristorante di che mi è stato segnalato dal mio caro amico Giuseppe (ciao Peppino!): si tratta del Kus Kus di Palermo, gestito però da una coppia di trapanesi. Piatto forte, manco a dirlo, il cous cous alla trapanese. Vi lascio leccare i baffi e pubblico l’articolo apparso sul sito www.ateneoline-aol.it.

Buon appetito.

"Il cous-cous e la paella di Kus-Kus
Gastronomia e pizzeria da asporto

Qui una coppia di simpatici signori - marito e moglie - di origini trapanesi, prepara ogni giorno e su ordinazione un cous-cous prelibato e da asporto. Da Kus-kus il piatto, di origine araba, è preparato secondo l'antica ricetta e in diverse declinazioni

La gastronomia-pizzeria Kus-Kus si trova in piazza Virgilio a pochi passi da via Dante. Se non si ha voglia di mangiare fuori ma non ci si accontenta della solita pizza allora questo è il luogo ideale. Kus-Kus non ha tavoli, se non pochi sgabelli davanti al bancone per consumare sul posto le leccornie tipicamente siciliane ed i piatti internazionali proposti dal menù. Qui una coppia di simpatici signori - marito e moglie - di origini trapanesi, prepara ogni giorno e su ordinazione un cous-cous prelibato e da asporto. Da Kus-kus il piatto, di origine araba, è preparato secondo l'antica ricetta. Bandite le confezioni di semola precotta, il cous-cous viene "cunsato" dal titolare e bravo chef che lo "incoccia" giornalmente a seconda delle esigenze. Diverse le versioni proposte nel menù. Il classico cous-cous alla trapanese, cioè di pesce e con una buona dose di aglio; il cous-cous alla Pantesca con zuppa di pesce, verdure fritte, aglio e cipolla; quello con verdure e carne condito con curry, cumino, patate, ceci, carne di vitello, maiale, montone e verdure fresche; quello solo con verdure con cumino, curry e verdura fresca e infine quello più in voga negli ultimi tempi "all'insalata", comunemente conosciuto come "Taboulè": servito fresco con verdure grigliate, piselli, mais, olio e una spruzzata d'aceto.
Oltre al cous-cous sono ottime anche le due versioni di Paella, piatto nazionale spagnolo, alla "Valenciana" con pollo, salsiccia, ceci, mais, verdure miste, crostacei e molluschi e zafferano, e quella "Castigliana" con riso lungo, olio, cipolla, aglio, zafferano, pollo e verdura. Senza dimenticare anche il Kebap, servito al piatto, nel panino e in una specie di tortillas e condito con radicchio, cavolo cappuccio, salsa di yogourt, maionese. La carne - sempre fresca - del Kebap proviene dagli allevamenti del palermitano e ciò rende questa preparazione molto diversa dagli altri Kebap da strada che si possono gustare a Palermo.
I proprietari, non tradendo la loro origine trapanese, preparano anche delle buonissime cassatelle con la ricotta e la famosa "Rianata", una pizza condita con origano, pomodoro, aglio, acciughe e pecorino. Buone anche le classiche pizze.
I prezzi sono davvero abbordabili, considerato che un chilo di cous-cous, nelle diverse versioni, viene venduto a 14 euro, la Paella 15 euro al chilo, una pizza in media intorno ai 4 euro e il gustoso kebap a 4 euro.
Un posto ideale per mangiare qualcosa di sfizioso al volo, per fare una sorpresa a casa comprando le pietanze e portandole via o per ingannare i propri ospiti servendo il cous-cous comprato nel locale di piazza Virgilio e dicendo che è stato fatto a casa. L'egregia figura è assicurata.

Kus-Kus è un locale vocato all' asporto
Nessun tavolo, qualche sgabello vicino al bancone
Piazza Virgilio, 9 Palermo
Telefono 091.8431235 oppure 3935787815
Qualche difficoltà per il parcheggio
Prezzo medio 8 euro a seconda delle pietanze."



      Segui l'ombra
     per acquistare
L'Ombra d'Argento

25 gennaio 2008

Scenari apocalittici



Se torna Berlusconi, fra qualche anno diremo:
si stava meglio quando si stava peggio.
Confido nella saggezza di Napolitano.





 
Clicca l'immagine qui sopra per acquistare
L’Ombra d’Argento, il mio romanzo


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. napolitano berlusconi governo prodi

permalink | inviato da martinrua il 25/1/2008 alle 15:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

21 settembre 2007

Te lo scrivo sui muri: IN GALERA!

 

Oggi mi viene voglia di scrivere un post di protesta. Non contro la politica (a proposito, forza Grillo facci sognare! E non vi permetto di chiamarmi qualunquista, il Beppe ha ragione da vendere. Anche se ce l’ha con la Massoneria lo perdono. Basta che non faccia gaffes tipo quella sull’alzheimer…). Non contro la religione (anche se…due giorni fa migliaia di persone si sono radunate al cospetto di due fialette contenenti uno stupefacente composto alchemico chiamato…sangue di San Gennaro! Sapevate che nel ‘700 a Napoli si contavano 300 liquefazioni di sacri grumi? Ammazza che potenza ‘sti santi napoletani!). No, no oggi voglio scrivere un post di protesta contro un film. L’opera in questione è uscita oggi (o ieri non ricordo) e s’intitola Scrivilo sui muri.

Dunque, non ho visto e non vedrò quest’altra pietra miliare del cinema italiano del XXI secolo, ma a giudicare dall’argomento posso legittimamente dar via libera al mio sfogo. Tra gli interpreti vi è l’ormai onnipresente Cristiana Capotondi che in un’intervista al TG3 dice “beh, l’idea di parlare di un fenomeno interessante dei giorni nostri come quello dei writers è senz’altro interessante. È un’occasione per approfondire questa forma di comunicazione dei giovani…”

FORMA DI COMUNICAZIONE DEI GIOVANI LA CHIAMA! Allora cara Cristiana, sarai caruccia e su questo niente da dire, ma ti prego di aprire bocca solo quando il regista dice “ciak”! Sapete cosa sono i writers, sono quei vandali che si definiscono anche “artisti” e che imbrattano i monumenti delle città con graffiti fatti con le vernici spray. Figuratevi ora cosa succede con l’uscita di questo film: legioni di emuli dei deficienti che vi recitano riempiranno il bellissimo campanile di Santa Chiara a Napoli con scritte tipo “secco vive”, “fuck the police” e altre amenità del genere. Invito la censura a ritirare questo inno alla delinquenza dai cinema! Il regista, Scarchilli, è un criminale.

Fine dello sfogo.

16 luglio 2007

Paris...cestinata

Questa è una di quelle notizie che ti fanno sperare in un mondo migliore: qualche settimana fa una giornalista della tv americana MSNBC, Mika Brzenziski, ha tentanto di dar fuoco - in diretta - ad una notizia riguardante la scarcerazione della famosa ereditiera Paris Hilton. La giornalista ha cercato prima di appiccare un falò alla velina poi, impedita da un collega, ha usato l'apparecchio per eliminare i documenti salutando l'ennesima, inutile notizia - riguardante un altrettanto inutile personaggio - con un delizioso "bye, bye!"
Gustatevela qui.







Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. mika brzenziski paris hilton msnbc

permalink | inviato da martinrua il 16/7/2007 alle 9:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

12 maggio 2007

Family day...inquisition pride

Oggi va in scena quella farsa nota come Family Day. Il problema è che molte persone si sono fatte strumentalizzare attraverso questo pseudo-problema, dai partiti politici. Di ogni colore. Sì perché ritengo una farsa anche l’altra manifestazione di Piazza Navona, anche se mi sento più vicino a quest’ultima.


Insomma ho sentito commenti ridicoli al TG, come se il governo, attraverso i DICO, volesse distruggere la famiglia; commenti talvolta di una gravità estrema, tipo “…non ho nulla contro quelli che vogliono convivere, ma non ritengo giusto che essi debbano godere di diritti finanziari” nel senso che non debbono poter fare donazioni, lasciare patrimoni in eredità e così via. No, dico, ma stiamo impazzendo? Ma dobbiamo batterci per il progresso sociale, o vogliamo tornare indietro di 200 o 300 anni? Perché a questo punto tanto vale ritornare alla legislazione pre-1806, ovvero ad un periodo precedente al Codice Civile di Napoleone (niente a che fare con Dan Brown…), una delle più illuminate acquisizioni del Diritto.


E vogliamo parlare del commento di Ratzinger dal Brasile, che si scaglia anche e di nuovo contro divorzio e aborto, al fine di preservare – udite udite – la verginità prematrimoniale della donna. Ma è meraviglioso! Perché non usiamo le pene corporali per quelle donne che si concedano prima del matrimonio, provando così una delle cose più belle che Dio – sottolineo Dio – ha donato all’uomo, ovvero il s e s s o? Già che ci siamo…




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. family day politica papa ratzinger

permalink | inviato da martinrua il 12/5/2007 alle 16:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo